Vai al contenuto

10 BUONE RAGIONI PER STUDIARE L’ITALIANO A MILANO

scuola di italiano IL CENTRO Milano

È qui che si manifesta il nuovo volto giovane dell’Italia. Internazionale e multiculturale, tollerante e creativa, Milano  offre agli abitanti e ai nuovi arrivati un’atmosfera aperta e proiettata verso il futuro. Qui si  possono trovare  nuove ispirazioni e allo stesso tempo seguire i propri interessi: studi universitari,  innumerevoli possibilità di lavoro o più semplicemente  interessi culturali. Milano, che nell’antichità fu per un certo periodo capitale dell’Impero Romano e che Napoleone scelse 1400 anni dopo come capitale del suo impero italiano, è  saldamente legata a una ricca tradizione storica e culturale locale  creando  una fantastica commistione con il presente. Non per niente la lingua italiana alta si fa  risalire allo scrittore milanese Alessandro Manzoni.

1 – IL CENTRO STORICO     

Cominciamo dal centro: Il Duomo, l’enorme e magnifica cattedrale in continuo sviluppo  dal Medioevo fino ai nostri giorni, è considerato il simbolo della città. Si può salire sul suo tetto, costellato da innumerevoli e delicate statue, e guardare lo skyline di Milano, fatto di spettacolari torri residenziali e uffici, con l’anello delle Alpi che brilla maestoso all’orizzonte.

2 – LA MADUNINA

Questa città sotto la “Madonnina“, la statua dorata della Vergine Maria in cima al Duomo, è tutta da scoprire. A partire, ad esempio, dalla nostra scuola di italiano, situata in posizione centrale,  si accompagnano i nostri studenti in  visite guidate seguendo percorsi non solo turistici. Tra i vicoli dello storico quartiere degli artisti, Brera, o in luoghi di recente costruzione come Piazza Gae Aulenti e i grattacieli del “bosco verticale”. Le passeggiate possono portarvi alla misteriosa prima cristianità (Basilica di Sant’Ambrogio) o al colorato Rinascimento (Chiesa di San Maurizio), lungo i pittoreschi canali (“navigli”) nel vecchio quartiere del porto (“darsena”), con i suoi numerosi e vivaci bar e luoghi di ritrovo.

3 – LA MUSICA

Milano è una città con la musica e per la musica. Primo fra tutti, il fiore all’occhiello della storia dell’opera italiana e delle sue stimolanti e discusse produzioni: il Teatro alla Scala, anch’esso simbolo della città. Ma c’è anche l’Auditorium o il Conservatorio per la musica classica, i pub e le cantine per il jazz, il Teatro Nazionale per i musical, le discoteche e i club per il pop. Per non parlare della densità di studi di registrazione, unici in Italia, dove si produce musica di tutti i generi.

4 – LEONARDO

Leonardo viene certamente da “Vinci”, dalla Toscana. Ma qui a Milano trovò le condizioni ideali per mettere in pratica i suoi molteplici talenti di artista (il “Cenacolo” in Santa Maria delle Grazie), di  scienziato (Museo delle scienze), di tecnico (sistema dei canali) o di intrattenitore di corte (Castello Sforzesco). Nella città, nei suoi musei, nelle sue istituzioni e nelle sue chiese si possono rintracciare altre innumerevoli tracce artistiche della storia dell’arte e della cultura italiana. Portano a Piero della Francesca come a Michelangelo, a Bramante come a Caravaggio, a de Chirico come a Fontana. E i punti salienti sono offerti dall’arte contemporanea nella Fondazione Prada o dal Pirelli Hangar Bicocca, strutture che tutta l’Italia invidia a Milano.

5 – LA MODA

La moda, naturalmente. Esiste un luogo in Italia più elegante di Milano? No e  lo si capisce già osservando i passanti (sempre, o quasi, ben vestiti) che affollano  le vie. Così come dai numerosi negozi che rendono la città un paradiso non solo per lo shopping ma soprattutto per la scoperta di nuovi stili, mentre il mondo della moda lancia i suoi messaggi con enormi manifesti pubblicitari.  Ci sono poi le settimane internazionali della moda in primavera e in autunno che  portano al “tutto esaurito” di alberghi e ristoranti.

6 – IL DESIGN

Il design, la bella forma, non è certo meno importante della moda. Piccoli e grandi studi e laboratori progettano e producono gli oggetti che abbelliscono la nostra vita quotidiana. Il loro sviluppo può essere seguito in diversi musei (tra cui la “Triennale”) e gli ultimi prodotti riempiono le vetrine delle relative gallerie. Il Salone del mobile, che si tiene ogni anno ad aprile, ha la sua sede tradizionale nei padiglioni espositivi della fiera  di Rho. Ma non solo, anche le strade della città in molti quartieri (Tortona, Lambrate, Brera, tra gli altri) si trasformano in showroom e laboratori creativi che attirano ogni anno  visitatori da tutto il mondo.

7 – IL SISTEMA DI TRASPORTI

Milano è la città con la più alta densità di popolazione d’Italia, dopo Napoli. Ma un efficiente sistema di trasporti pubblici  con metropolitana, autobus e tram  ben organizzati rende gli spostamenti agevoli e veloci.
Nelle carrozze storiche di alcune linee di tram (1, 5, 10, 19 o 33), che risalgono ancora agli anni ’20, il viaggio quotidiano in tram,  con lampadine e porte in teak, si trasforma in un viaggio nel tempo. La condivisione sempre più diffusa di scooter, biciclette o automobili è molto in voga. E l’alternativa è la “passeggiata”, la camminata a piedi.

8 – L‘APERITIVO E LA CUCINA MULTIETNICA

La tradizione dell’aperitivo deriva interamente dalla storia locale milanese. Aperol e Campari sono figli della città. Con l’apertivo e i tipi più vari di snack , innumerevoli caffè di strada e wine bar attirano un giovani e meno giovani dalla prima sera fino a tarda notte. Qui ognuno può conversare con  chiunque, anche se ha appena iniziato il corso per principianti.
La Milano multietnica offre poi una gamma straordinaria di cucine internazionali, da quella asiatica alla sudamericana, da quella africana a quella regionale italiana. Questa caratteristica si  riflette in una scena colorata come in pochi  altri luoghi: In ogni angolo è possibile trovare un ristorante che possa soddisfare la curiosità di provare nuovi o vecchi sapori.

9 – CUORE FINANZIARIO D’ITALIA

Non solo divertimento . Milano non sarebbe così vivace e attraente se, come metropoli finanziaria e capitale italiana delle industrie creative, non potesse contare su un mercato del lavoro ampiamente diversificato. Qui hanno sede le più importanti aziende tecnologiche del Paese. Grandi eventi come l’Esposizione Universale del 2015 o i prossimi Giochi Olimpici invernali del 2026 sono la prova della forza organizzativa della città. Le istituzioni educative e le università private o statali garantiscono il cambiamento e il rinnovamento. Studenti da tutta Italia e dall’estero vengono qui per laurearsi nelle rinomate università (Bocconi, Politecnico ecc.) o per frequentare le famose scuole della Moda ( Marangoni, l’Accademia del lusso ecc.).

10 – NATURA E DINTORNI

Sorprendentemente, tra le strade e gli edifici continuano ad aprirsi spazi verdi. Parchi antichi (Parco Sempione, Giardini Pubblici) e nuove strutture (Biblioteca degli Alberi) offrono spazi naturali per rilassarsi anche nel centro della città.  La politica del verde sta prendendo piede anche a  Milano. Sempre a proposito di progetti green, nel 2023 sorgerà a Milano il parco termale più grande d’Italia, che utilizzerà le acque termali già presenti nel sottosuolo milanese e costituirà una delle prime terme green d’Europa. Per chi poi vuole uscire dall’ambiente urbano alla ricerca di più natura , con il treno, l’autobus o l’auto si possono raggiungere rapidamente laghi favolosi, colline ricoperte di vigneti e naturalmente le Alpi, un paesaggio montuoso fra i più belli d’Europa.

Milano si trova al centro di un importante e magnifico territorio¬- così come la nostra scuola di italiano “Il Centro” si trova al centro di una città straordinariamente eccitante e allo stesso tempo amabile.